Registrazione al Tribunale di Milano n. 324 del 10 ottobre 2014

Probiotici, alimenti funzionali, nutraceutici: ecco la rivista dedicata all'integrazione nutrizionale per una vita più sana

Ruolo dei probiotici nella steatosi epatica dei bambini

Categoria: Probiotici e bambini / July 12, 2016
Ruolo dei probiotici nella steatosi epatica dei bambini

La correlazione tra steatosi epatica e squilibri intestinali e i vantaggi di un’integrazione nutrizionale con probiotici per i bambini che soffrono di fegato grasso.

La steatosi epatica o fegato grasso è una malattia piuttosto diffusa: colpisce in prevalenza il sesso maschile, ma non è rara fra adolescenti e bambini, basti pensare che la sua incidenza raggiunge picchi dell'80% nei bambini obesi.

L'insorgenza della condizione, che rappresenta uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo di patologie epatiche croniche, è favorita dalla sedentarietà, dall'alimentazione ipercalorica, dal diabete e dalla presenza di sindrome metabolica, ma anche da una certa predisposizione genetica.

La steatosi epatica nella sua forma non alcolica è una malattia molto grave e risolverla e prevenirla richiede l'attuazione di più strategie che agiscano in sinergia fra di loro; fare diagnosi della condizione è fondamentale perché la patologia non trattata o non individuata può evolvere in un 10-15% dei casi verso epatite, fibrosi epatica e cirrosi.

Uno studio condotto presso l'ospedale Bambin Gesù di Roma e pubblicato sulla rivista Hepatology ha evidenziato come una condizione imprescindibile per poter contare su un fegato sano è quella di poter vantare uno stato di salute ottimale anche dell’intestino; nello studio in questione, i ricercatori hanno trovato che tutti i pazienti affetti da fegato grasso evidenziavano uno squilibrio nella flora batterica residente a livello intestinale con preponderanza di specie come Ruminococcus e Dorea e carenza di specie batteriche come quelle della famiglia Oscillospira.

Nell'intestino delle persone non gravate dalla condizione, invece, le popolazioni batteriche residenti erano molto diversificate e non si notavano tali abbondanze o carenze nella famiglie batteriche.

Dall'incrocio della grossa mole di dati analizzata nei laboratori del Bambin Gesù, è stato possibile visualizzare il primo modello di microbiota funzionale associato al fegato grasso e all'obesità in età pediatrica. La risoluzione del fegato grasso necessita sicuramente del recupero del corretto peso corporeo, ma il dimagrimento è un processo che, oltre a richiedere una dieta e lo svolgimento di una corretta e adeguata attività fisica, può giovarsi anche di un’opportuna integrazione nutrizionale fatta con probiotici.

Gli autori dello studio hanno molto insistito sul fatto che tale integrazione non deve essere casuale e fatta in maniera indiscriminata, con la convinzione che una formulazione di probiotici valga l'altra, ma serve allestire nuove associazioni e formulazioni di probiotici pensate specificatamente e su misura per ogni piccolo paziente con fegato grasso e somministrata con l’obiettivo di rimodulare gli eccessi o le carenze in termini numerici del le popolazioni batteriche residenti.

 

Del Chierico F. et al. Gut microbiota profiling of pediatric NAFLD and obese patients unveiled by an integrated meta-omics based approach. Hepatology. 2016 Mar 29. doi: 10.1002/hep.28572.

Thank for sharing!

About The Author


Angela Nanni

Farmacista e redattore medico-scientifico