Registrazione al Tribunale di Milano n. 324 del 10 ottobre 2014

Probiotici, alimenti funzionali, nutraceutici: ecco la rivista dedicata all'integrazione nutrizionale per una vita più sana

Meglio i probiotici freschi o le compresse?

Categoria: Probiotici: cosa sono e come utilizzarli / September 5, 2014
Meglio i probiotici freschi o le compresse?

Come scegliere il probiotico del formato giusto in base alle proprie esigenze personali.

Oggigiorno, i prodotti probiotici in vendita presso le Farmacie, le Parafarmacie o le Erboristerie, si presentano sotto diversi formati, che vanno dalle gocce e fiale oro-solubili, ai liofilizzati in bustine, capsule o compresse. L'efficacia d’uso di un preparato probiotico, dipende, essenzialmente, dal ceppo o dall’associazione dei ceppi batterici impiegati, ma soprattutto, dal loro dosaggio.

Pertanto, il Ministero della Salute ha decretato di fissare una quantità minima di fermenti attivi ed in grado di apportare benefici al proprio ospite, pari ad un miliardo al giorno di microrganismi per ceppo. I fermenti probiotici, sia per quanto concerne le preparazioni fresche sia per quanto concerne i liofilizzati, continuano a mantenersi vitali, detenendo la propria capacità di proliferare ed attecchire nel distretto enterico. Ciò premesso, ne deriva che la scelta del probiotico più adatto, sarà dettata da ragioni di pura praticità oltre che di esigenze individuali specifiche.

I preparati commerciali freschi, a base di microrganismi vivi, necessitano di una conservazione in frigorifero, ad una temperatura compresa, di norma, tra i due ed i dieci gradi centigradi, al fine di preservarne funzionalità e concentrazione.

D’altro canto, le preparazioni di ultima generazione, quali liofilizzati in bustine, capsule e compresse, possono essere conservate a temperatura ambiente, avendo cura di tenerle in luogo fresco ed asciutto, salvaguardandole dall’umidità, dalle fonti di calore e dalla luce diretta. Questo tipo di formulazioni risulta sostanzialmente più agevole e comodo, da impiegarsi anche fuori casa, in viaggio, in ufficio o a scuola. Per questi prodotti, è importante rispettare sempre, con molta cura ed attenzione le indicazioni sullo stato di conservazione ed il limite del periodo di validità, giacchè, trattandosi di microrganismi vivi, con il tempo ed in condizioni non adatte, tendono a perdere la propria vitalità, a ridursi in termini di carica batterica ed a dissipare, così del tutto, la propria efficacia terapeutica.

Una flora enterica perfettamente bilanciata sostiene la regolare assimilazione dei nutrienti e sintesi vitaminica, l’eliminazione di sostanze dannose o scorie introdotte attraverso il cibo o le bevande. Pertanto, al fine di preservare il delicato ecosistema intestinale, assicurare un ottimale stato nutrizionale e garantire una tempestiva e più efficiente risposta alle infezioni, diviene essenziale l’adozione di un adeguato stile di vita supportato, anche, da una corretta integrazione con fermenti lattici probiotici.

Thank for sharing!

About The Author


Roberta Madonna

Biologo Nutrizionista Specialista in Biochimica Clinica presso Centro DI.MA Studio Nutrizionistico