Registrazione al Tribunale di Milano n. 324 del 10 ottobre 2014

Probiotici, alimenti funzionali, nutraceutici: ecco la rivista dedicata all'integrazione nutrizionale per una vita più sana

Nutraceutica anti colesterolo: monacolina K e berberina

Categoria: Nutraceutici / June 26, 2015
Nutraceutica anti colesterolo: monacolina K e berberina

Non solo, e non subito, statine: per abbassare un colesterolo troppo elevato possiamo ricorrere al riso rosso fermentato e alla berberina: conosciamo due integratori naturali che aiutano a combattere l’ipercolesterolemia.

Non solo, e non subito, statine: per abbassare un colesterolo troppo elevato possiamo ricorrere al riso rosso fermentato e alla berberina: conosciamo due integratori naturali che aiutano a combattere l’ipercolesterolemia.

La nutraceutica, quella branca della farmacologia che si occupa di studiare e ricavare i principi attivi terapeutici da alimenti o materie prime naturali, sta proponendo sul mercato un sempre più ampio ventaglio di supplementi e integratori da assumersi da soli o in un mix combinato per ottenere degli effetti preventivi e curativi sull’ipercolesterolemia (e non solo), proprio come se fossero dei veri farmaci, ma senza gli effetti collaterali di questi ultimi.

Anche se occorre fare dei distinguo a proposito della innocuità di tali preparati, è importante sapere che esistono, e che possono costituire una valida alternativa ad altri preparati di sintesi più aggressivi come le statine.

Entriamo nel dettaglio della ipercolesterolemia, un problema tanto diffuso quanto – spesso – sottovalutato.

Sono considerati indicatori di rischio per la salute cardiovascolare un colesterolo totale superiore a 220 mg/100 ml di sangue, e in particolare un colesterolo LDL (quello cattivo che intasa le arterie) superiore ai 160 mg/100 ml. Ci possono essere molte ragioni dietro questo accumulo, e non tutte sono certo imputabili al tipo di alimentazione. Ad esempio esiste una predisposizione genetica e familiare da tenere in conto, ma non c’è dubbio che lo stile di vita e dieta incidano moltissimo, soprattutto una volta superata l’età “critica” dei 50 anni.

Ecco perché, una volta che le analisi del sangue abbiano rivelato il problema, è bene valutare tutte le possibili strategie per abbassare i livelli di questi grassi nel sangue riportandoli alla concentrazione ottimale. Tra queste ci sono i probiotici, ma anche due integratori alimentari ultimamente considerati con molto interesse come validi alleati nella lotta all’ipercolesterolemia: la monacolina K e la berberina. Conosciamoli entrambi.

Monacolina K.

Anche chiamata riso rosso fermentato, questo integratore è ricavato dal Monascus purpureus, un lievito naturale dei riso che è anche il responsabile di conferire la pigmentazione rossastra. Questo lievito è un antagonista dell’enzima che regola la sintesi del colesterolo, chiamato HMG-CoA reduttasi. Gli estratti di riso rosso vengono usati quindi come integratori terapeutici per abbassare in modo naturale sia il colesterolo LDL che i trigliceridi. Attenzione, però, ad assumerli con il metodo “fai da te”, che è sempre rischioso. A lungo andare anche la monacolina K può creare dei fenomeni di sensibilizzazione e soprattutto andare ad inibire l’assorbimento di altri farmaci, come gli antibiotici. Per tale ragione, è bene assumere questo preparato dietro stretto controllo medico.

Berberina

La berberina è un alcaloide estratto dal fusto, dalle radici e dalla corteccia del crespino o della altre piante della famiglia Berberis, che crescono naturalmente in zone steppose come la Siberia, dove le loro virtù curative sono conosciute da tempi remoti. La berberina è una sostanza amara, di colore giallo, che agisce in modo specifico sull’enzima PCSK9 (il quale si occupa di sostituire i recettori del colesterolo LDL in fase di senescenza) inibendone la produzione. Questo integratore sembra sia particolarmente efficace nel combattere l’ipercolesterolemia familiare. La berberina ha meno effetti collaterali e interazioni rispetto alla monacolina K, tuttavia è sempre un integratore da assumersi dietro controllo medico.

Thank for sharing!

About The Author